Lavoro agile: inchiesta nel settore informatico nel Lazio

L’inchiesta nel settore informatico è stata condotta tramite questionario online, con l’obiettivo di indagare le forme organizzative, le condizioni di lavoro e le aspettative d’intervento sindacale delle lavoratrici e dei lavoratori nel Lazio.

L’inchiesta approfondisce il tema del lavoro agile durante la pandemia di Covid-19, al fine di analizzare un settore emblematico del cosiddetto smart working, considerando l’utilizzo diffuso e strutturale nell’ambito informatico di regimi ad elevata flessibilità spazio-temporale.

 

Corso di alta formazione FILCTEM Nazionale

Si svolgerà a Paestum (SA) dal 28 settembre al 1 ottobre, il Corso di alta formazione della FILCTEM Nazionale, rivolto alla Segreteria e all’apparato politico nazionale, organizzato in collaborazione con l’Area Formazione della Fondazione Di Vittorio.

Nelle giornate formative, con il supporto di esperti e docenti universitari, saranno affrontati i seguenti temi:

LE SFIDE MACROECONOMICHE NEL POST-COVID

"Ripensare il mondo nella post-pandemia" è il titolo della 4a Cátedra Barão do Rio Branco organizzata dal Centro Universitario U:VERSE (Rio Branco, Acre, Brasile) che si terrà online dal 20 al 24 settembre 2021. Nella sessione che affronterà il tema delle sfide macroeconomiche nel post-COVID, che si terrà lunedì 20 settembre dalle ore 17.00 alle 19.00 italiane,  Nicolò Giangrande, ricercatore della Fondazione Di Vittorio (Prof. Dr. e Direttore della Cátedra) presenterà i risultati di una ricerca sui salari nell'Eurozona condotta nella Fondazione Di Vittorio.

La disoccupazione sostanziale: una proposta per misurare la reale consistenza della disoccupazione in Italia

L’entità della disoccupazione italiana è da tempo oggetto di confronti e ricerche.

Gli indicatori fondamentali del mercato del lavoro italiano sono infatti anomali rispetto a quelli del resto dell’Unione Europea (dati media 2020). Il nostro tasso di occupazione è più basso di quasi 10 punti percentuali rispetto all’Unione Europea, ma contemporaneamente il nostro tasso di disoccupazione, seppur più elevato della media UE, lo è in maniera molto meno marcata di quanto comporterebbe la differenza col tasso di occupazione.

Pagine