Ricerca Storica

Presentazione del volume: “Quando eravamo operai”

A Crotone, giovedì 22 ottobre 2015,  presso il Salone convegni Lega Navale di Crotone con inizio alle ore 16.30  si terrà la presentazione del volume: “Quando eravamo operai”. Trasformazioni di una periferia meridionale d'Italia attraverso documenti d'archivio e immagini.  (Crotone 1924 – 1993)". In allegato il programma completo.

Data Evento: 
22 Ottobre 2015
Storia e Memoria: 
Comunicazione: 

Bernardino Verro. Cent'anni di gratitudine. (1915 - 2015). I fasci dei lavoratori. Il movimento cooperativo in Sicilia

Martedì 27 ottobre 2015, alle ore 9.00 a Palermo (Palazzo Steri - Sala delle Capriate),  si svolgerà una Giornata di studi dal titolo: "I fasci dei lavoratori. Il movimento cooperativo in Sicilia". L'iniziativa è realizzata dalla CGIL Palermo, dall'Università di Palermo, con il Patrocinio della città di Palermo e dalla città di Corleone.

Data Evento: 
27 Ottobre 2015
Storia e Memoria: 
Comunicazione: 

Dibattito: Terra, lavoro e libertà

"Terra lavoro e libertà" è il dibattito organizzato dalla FLAI - CGIL che si svolgerà presso l'Expo di Milano domenica 25 ottobre. Programma completo:

ORE 16.00: Apre e coordina i lavori Sergio Marinoni,  Pres. Naz. Associazione “Amicizia Italia Cuba.

Roger Lopez Consigliere politico Ambasciatore di Cuba in Italia: intervento di saluto.

Ne dicutono: Adolfo Pepe Direttore Fondazione Di Vittorio: "Le lotte bracciantili in Italia, Di Vittorio, il sindacato nella storia." Flores Flores Elsa Mireya Seg. Gen. SNTIAP CTC Cuba: "Cuba, la rivoluzione e la terra".

Data Evento: 
25 Ottobre 2015
Storia e Memoria: 
Comunicazione: 

Presentazione del volume su: Sotto stretta sorveglianza. Di Vittorio nel casellario politico centrale”. (1911 - 1943)

Foggia, 18 – 11 - 2013. Presentazione del volume su "Sotto stretta sorveglianza. Di Vittorio nel casellario politico centrale”. (1911 - 1943)", Annali della Fondazione Di Vittorio 2008 -2009. Hanno partecipato: Antonio Pepe, Linda Giuva, Adolfo Pepe, (Dir. FDV), Micky de Finis.

Data Evento: 
18 Novembre 2013
Storia e Memoria: 

Panatica e libertà: fermi al primo approdo. 1959: "Lo sciopero mondiale dei marittimi italiani"

Lo sciopero dei marittimi di cinquant’anni fa è ignorato. Anche dagli storici. Eppure è stato un grande sciopero mondiale. L’unico che, partito dall’Italia, ha avuto come palcoscenico l’intero pianeta, i porti dei cinque continenti e tutti i grandi mari, e che ha visto la partecipazione di 118 navi di cui più della metà in porti stranieri, dove quasi ovunque ha incontrato la solidarietà non soltanto delle marinerie locali, ma anche della popolazione.

Storia e Memoria: 
Pubblicazioni: 

La sfida dell’Europa sociale

Mentre è intenso il dibattito sulla riforma istituzionale dell’Unione Europea, segna il passo il confronto sui grandi temi di carattere sociale. Eppure le nuove e forti istituzioni di cui l’Europa ha bisogno non possono darsi senza altrettanto forti e consensuali politiche fra cui, in primo luogo, quelle economiche e sociali. Il patto politico fondativo della nuova Europa non può cioè prescindere da un nuovo patto sociale, e da quest’ultimo dipende, con la qualità dell’integrazione, l’identità stessa dell’Unione ampliata ai nuovi dieci paesi.

Storia e Memoria: 
Pubblicazioni: 

Salvare le fabbriche

Molti e diversi sono stati i modi attraverso cui le lavoratrici e i lavoratori italiani hanno partecipato alla lotta di Resistenza e alla Liberazione del paese. Così, in quegli anni, l’impegno armato di tanti e di tante nelle formazioni partigiane è stato accompagnato, in moltissimi grandi e piccoli centri, dall’azione capillare e diffusa di centinaia di migliaia di lavoratori per salvaguardare i macchinari delle fabbriche e le infrastrutture civili e di collegamento dai piani di distruzione predisposti dai nazisti sconfitti e in fuga dall’Italia.

Storia e Memoria: 
Pubblicazioni: 

La stagione del riscatto. Bologna e Napoli dalle lotte contro i nazifascisti alla ripresa produttiva e civile

Il contributo dato dai lavoratori italiani e dalla loro organizzazione sindacale alla lotta di Liberazione e, contestualmente, alla ricostruzione del paese non è stato ancora oggi sufficientemente indagato dalla storiografia. A negare e ridurre quel contributo si è invece in vario modo e su più piani diretto un tentativo di revisione che ha preso le mosse già all’indomani della Liberazione dell’Italia, per riproporsi in modo strisciante o a volte più esplicitamente nel corso di questi decenni.

Storia e Memoria: 
Pubblicazioni: 

Pagine