Presentazione del libro "Lavoro e sviluppo nella provincia di Pesaro e Urbino. Storia, presente e riflessioni sul futuro. Uno sguardo di genere"

Sarà presentato mercoledì 13 marzo 2019 il libro "Lavoro e sviluppo nella provincia di Pesaro e Urbino. Storia, presente e riflessioni sul futuro. Uno sguardo di genere", curato dal prof. Giuseppe Travaglini e pubblicato da Ediesse.

L'iniziativa si terrà dalle ore 15 presso l'Università di Urbino (Aula Amaranto) nella sede di Palazzo Battiferri (Via Saffi 42)

Perché in Italia non abbiamo la partecipazione dei lavoratori a livello societario?

Fra ideologie giuridiche, rapporti di produzione e politiche sindacali, un excursus nell'evoluzione delle relazioni industriali italiane.

Un saggio di Salvo Leonardi, esperto di relazioni industriali nella Fondazione Di Vittorio e di Donata Gottardi, docente presso l'Università di Verona, appena pubblicato sul "European Journal of Industrial Relations".

Prima edizione del bando "Sostegno al reportage sociale Alessandro Leogrande"

Il Sindacato Lavoratori della Comunicazione Cgil, la Federazione Lavoratori Agroindustria Cgil  e la Fondazione Giuseppe Di Vittorio (Sezione Archivi e Biblioteche) lanciano la prima edizione del “Sostegno al reportage sociale” intitolato ad Alessandro Leogrande (Taranto 1977 – Roma 2017), autore di libri fondamentali per la comprensione delle trasformazioni in corso come “Uomini e caporali”, “Il naufragio”, “La frontiera”.

75° anniversario dello sciopero dei lavoratori di Savona che sfidarono il regime nazi – fascista

Venerdì 1° marzo 2019 a Savona alle ore 10.00,  presso la Fortezza Priamar, si svolgerà un dibattito realizzato  in occasione del "75° anniversario dello sciopero dei lavoratori di Savona che sfidarono il regime nazi – fascista".  All’iniziativa parteciperanno esponenti delle Istituzioni, del mondo sindacale e delle Fondazioni. Per la FDV, sarà presente Edmondo Montali. In allegato il programma completo.
 

Storia e Memoria: 

LANDINI E L’UNITÀ SINDACALE NEL NOME DI PORTELLA

Ieri la Cgil ha organizzato, nella sua sede di corso d’Italia a Roma, un incontro per discutere sul libro che ho recentemente pubblicato sulle ragioni per cui il massacro di Portella della Ginestra fu una strage di Stato. In quel contesto emerse il ruolo del movimento contadino e del sindacato che quelle lotte condusse con determinazione affrontando non solo gli agrari ma la mafia e il mondo politico che difendeva il vecchio assetto feudale. La strage di Portella fu un tentativo di intimorire quel movimento che aveva provocato anche in Sicilia un mutamento politico.

Comunicazione: 

Pagine